Battesimo

Il rito del battesimo si celebra in duomo all’antico fonte battesimale della Pieve. Il rito, di norma, è  in forma comunitaria, la prima domenica di ogni mese. 
Le famiglie che chiedono il Battesimo del proprio figlio, dovranno rivolgersi al parroco almeno un mese prima della data prescelta. Seguiranno due incontri di preparazione e, la sera prima della celebrazione i "riti pre-battesimali" anticiperanno alcuni segni del rito, l’ unzione pre-battesimale, la benedizione dell'acqua e dei genitori.
Eccezionalmente potranno essere amministrati, a ragione veduta, anche battesimi fuori dalle date previste dal calendario.

 

Celebrazioni del battesimo fuori parrocchia

Verranno concordate con il parroco. 
Nella scelta del luogo del battesimo si deve tener conto che il sacramento celebra l'ingresso del bambino in una concreta comunità cristiana che, di norma, coincide con il luogo di residenza. 
Per ragioni motivate si può ottenere comunque la licenza per la celebrazione in altra parrocchia.

 

Calendario dei battesimi 2017-2018

Domenica

1 ottobre 2017

ore 11.30

Domenica 6 novembre ore 18.00
Domenica 4 dicembre ore 10.00
Lunedì 26 dicembre ore 10.00 (Santo Stefano)
Domenica 7 gennaio 2018 ore 11.30
Domenica 4 febbraio ore 18.00
Domenica 4 marzo ore 10.00
Lunedì 2 aprile ore 10.00 (lunedì dell'Angelo)
Domenica 6 maggio ore 19.00
Domenica 3 giugno ore 10.00
Domenica 1 luglio ore 11.30
Sabato 5 agosto ore 18.00
Domenica 2 settembre ore 11.30

Domenica

7 ottobre

ore 11.30

Domenica 4 novembre ore 18.00
Domenica 2 dicembre ore 10.00
Martedì 26 dicembre ore 10.00 (S. Stefano)

 

 

 

 

 

Confermazione (anno 2018)

La celebrazione del sacramento è fissata per giovani e adulti: mercoledì 25 aprile 2018, alle 10.00.

La parrocchia propone un percorso ordinario per i giovani (clicca qui per maggiori info) e un percorso straordinario per adulti che non hanno ancora celebrato il sacramento in età giovanile. Per informazioni telefonare o scrivere una mail in parrocchia.

 

 

 

 

Confessioni (anno 2017-2018)

Martedì

h. 09.00-12.00: don Giuseppe Duria, don Nello Pecile

 

Giovedì

h. 18.00: mons. Ivan Bettuzzi e don Daniele Morettin

 

Sabato

h. 09.00: mons. Ivan Bettuzzi e don Daniele Morettin

h. 15.30: mons. Ivan Bettuzzi e don Daniele Morettin

 

Appuntamenti straordinari

Confessione per Tutti i Santi

Mercoledì 25 Ottobre

16.30

1ª media

 

Giovedì 26 Ottobre

16.30

4ª-5ª elementare

 

Lunedì 30 Ottobre

16.30

2ª-3ª media

 

 

18.30

Giovani delle superiori

 

Martedì 31 Ottobre

15.30

Confess. Individuali

Confessione per Natale

Lunedì 18 Dicembre

16.30

2ª-3ª media

 

Martedì 19 Dicembre

19.00

Penitenziale comunitaria

 

Mercoledì 20 Dicembre

16.30

1ª media

 

Giovedì 21 Dicembre

16.30

4ª-5ª elementare

 

Sabato 23 Dicembre

15.00

Confess. Individuali

Confessioni per Pasqua

Giovedì 22 Marzo

16.30

4ª-5ª elementare

 

Lunedì 26 Marzo

16.30

2ª-3ª media

 

Martedì 27 Marzo

20.00

Penitenziale comunitaria

 

Mercoledì 28 Marzo

16.30

1ª media

 

Sabato 31 Marzo

15.00

Confess. Individuali

Confessioni per la Cresima

Martedì 24 Aprile

20.30

Cresimandi

Prima Confessione solenne

Sabato 28 Aprile

16.00

3ª elementare

Prima Comunione

Venerdì 4 Maggio

20.30

4ª elementare

Prima Comunione

Venerdì 11 Maggio

20.30

4ª elementare

Prima Comunione

Venerdì 18 Maggio

20.30

4ª elementare

 

 

 

 

 

 

Eucarestia / Prima Comunione

La celebrazione della prima Comunione nel 2018 è fissata in duomo nelle domeniche 6-13-20 maggio, alle ore 9.30.

 

 

 

 

Matrimonio

Il percorso matrimoniale

Autunnale: avrà inizio Venerdì 13 Ottobre 2017.

Primaverile: avrà inizio Venerdì 17 Febbraio 2018.

Avrà sede in Oratorio, in via del Duomo 10, e sarà a scadenza settimanale. Per info e iscrizioni cliccare qui.

 

Le pratiche di matrimonio

La pratica di matrimonio deve essere istruita nella parrocchia di residenza di uno dei nubendi anche se il matrimonio sarà celebrato in un’altra parrocchia. I fidanzati dichiarino per tempo la propria intenzione di sposarsi e tengano conto che la pratica non potrà essere aperta prima dei sei mesi e non dopo i due mesi dalla data delle nozze. Per chi si sposerà fuori parrocchia è necessaria la vidimazione di tutta la pratica presso la cancelleria della diocesi a Udine.

 

 

Data e luogo della celebrazione.

Quando la coppia ha individuato la data contatti subito la parrocchia se il matrimonio sarà celebrato in una delle chiese del territorio parrocchiale (Duomo – San Valeriano – Rosa Mystica), così avrà il diritto di precedenza su eventuali altre richieste.
Di domenica la celebrazione dei sacramenti, quindi anche del matrimonio avviene, di norma, solo nelle SS. Messe d'orario.

 

 

 

 

 

Unzione degli Infermi

 

Non è il sacramento dei morenti.

È quindi scorretto chiamarlo estrema unzione anche se popolarmente si è affermata la consuetudine di chiamarlo in questo modo.
Il sacramento dei morenti, propriamente è la Santa Comunione amministrata sotto forma di viatico.
L’Unzione invece può essere ripetuta periodicamente nel tempo quando lo stato di salute o l’età avanzata lo richiedono.

 

È un segno grande e ricco di significato:

- conferisce al malato la grazia dello Spirito Santo; tutto l'uomo ne riceve aiuto per la sua sal­vezza, si sente rinfrancato dalla fiducia in Dio … 
- aiuta il malato a sopportare il male, a combatterlo e conseguire anche la salute, qua­lora ne derivasse un vantaggio per la sua salvezza spiri­tuale;
- dona il perdono dei peccati e completa il cammino penitenziale del cristiano.
- unisce la fede all’esperienza fisica della salvezza, E’ la fede del malato e la fede della Chiesa che salverà l'infermo, quella fede da cui il sacramento deriva la sua efficacia si protende anche verso il regno futuro, di cui il sacramento è pegno e promessa.

 

Possono ricevere l'Unzione degli infermi i fedeli:

1. il cui stato di salute risulta compromesso per malat­tia o vecchiaia.
2. Prima di un'operazione chirurgica, si può dare all'in­fermo la sacra Unzione, quando motivo dell'operazione è un male pericoloso. Il sacramento può essere dato anche a chi si trova convalescente dopo un ricovero.
3. Anziani, per l'indebolimento accentuato delle loro forze, anche se non risul­tano affetti da alcuna grave malattia.
4. Anche ai bambini si può dare la sacra Unzione, pur­ché abbiano raggiunto un uso di ragione sufficiente a far loro sentire il conforto di questo sacramento… e siano ammalati in forma seria.
5. Quanto ai malati che abbiano eventualmente per­duto l'uso di ragione o si trovino in stato di incoscienza, se c'è motivo di ritenere che nel possesso delle loro facoltà essi stessi, come credenti, avrebbero chiesto l'Unzione, si può conferire loro il sacramento.

 

La celebrazione, in forma comunitaria è fissata anche per il 2018 in occasione della Giornata Mondiale dell'Ammalato:

 

Sabato 10 Febbraio 2018, ore 15.30, in casa di riposo

Domenica 11 Febbraio 2018, ore 15.30, in Duomo

 

 

 

Untitled Document